Gestisci le tue E-mail

Non sei ancora in regola con la PEC? Acquistala QUI

Primo Piano

Agenzia web Arezzo.
Realizzazione siti internet ad Arezzo. Agenzia web a Sansepolcro di Arezzo…"continua"

PEC.
Wineuropa offre il servizio di posta elettronica certificata per aziende e liberi professionisti .. "continua"

Vernici Pesaro.
Vendita al dettaglio e all'ingrosso di vernici e pitture decorative, antimuffa, cartongesso e pavimenti in pvc. .. "continua"

Web agency Sansepolcro.
Realizzazione siti internet a Sansepolcro in provincia di Arezzo "continua"

news

I Video Party di Facebook nelle mani dei pirati

Facebook ha un problema con la pirateria: la funzionalità Video Party utilizzata per la visione condivisa di film, show ed episodi delle serie TV.

La pirateria multimediale non passa più solo dai client peer-to-peer, dai cyberlocker che ospitano file di grandi dimensioni o dai file torrent condivisi su board e forum, ma anche da Facebook. Il social network ha un problema con la funzionalità Video Party (Watch Party in inglese) introdotta a livello globale alla fine dello scorso anno e dedicata alla visione condivisa dei filmati.



Facebook: Video Party e pirati
A sollevare la questione è stata la redazione di Business Insider, con un articolo in cui vengono riportati i nomi di alcuni dei gruppi e delle pagine che proprio sfruttando questa caratteristica hanno raccolto decine di migliaia di iscritti trasmettendo film in versione integrale, puntate degli show televisivi ed episodi delle serie TV. Eccone alcuni: Super Film Club Watch Party, Watch Party Cinema, Firefly Watch Party The Group, Watch Party Central Movie Lovers Unite. Tutti risultano al momento eliminati dalla piattaforma. Questa la posizione ufficiale di FB, affidata al sito dalla portavoce Carolyn Thomas.

Dedichiamo ingenti risorse per contrastare e prevenire il fenomeno della pirateria video su Facebook, anche per quanto riguarda i Video Party. Abbiamo diversi strumenti all'opera per contrastare la diffusione illecita dei contenuti, incluso il programma notice-and-takedown, policy per chi commette violazioni ripetute, il Rights Manager e l'Audible Magic.

Insomma, Facebook afferma di aver adottato tutte le misure necessarie per contrastare il fenomeno, sia agendo in maniera autonoma sia passando dalla raccolta di feedback e segnalazioni da parte della sua community. Sembra però ancora non essere sufficiente.

Attuiamo le dovute azioni contro la violazione delle proprietà intellettuali quando le rileviamo, disabilitando gli account di chi le commette ripetutamente se necessario. In questo caso, i gruppi hanno infranto gli standard della community relativi alle proprietà intellettuali e sono stati eliminati.



La pirateria si fa social
Questo tipo di abuso della funzionalità Video Party aggiunge una componente social alla pirateria multimediale: non si tratta più di soggetti o gruppi che in modo anonimo condividono un file e di altri che, individualmente, lo guardano in streaming oppure lo scaricano sul proprio dispositivo per la riproduzione offline. In questo caso la visione è condivisa, interattiva, dinamica, una sorta di cineforum 2.0 con tanto di programmazione dei contenuti e la possibilità di commentare o esprimere la propria opinione in compagnia degli altri spettatori.

Il fatto che il team di Facebook sia intervenuto rimuovendo i gruppi segnalati nell'articolo di Business Insider subito dopo la pubblicazione testimonia come gli strumenti approntati dalla piattaforma sia perfettibili e ancora poco efficaci per individuare in modo rapido questo tipo di violazioni. Un aspetto su cui Zuckerberg e i suoi dovranno lavorare, per non attirare anche le ire dell'industria cinematografica, in un momento già poco tranquillo per il gruppo di Menlo Park, alle prese con spinose questioni riguardanti privacy e trattamento dei dati personali.
tratto da www.punto-informatico.it
di Cristiano Ghidotti

 

Altre notizie

Newsletter Wineuropa

Tecnologia & Comunicazione - (04/04/2019)

La legge anti-fake news della Francia ha gia' fatto una prima vittima: il governo stesso

Che cosa succede se un governo fa una legge contro le fake news per responsabilizzare maggiormente le piattaforme e poi quelle stesse piattaforme impediscono di fare una campagna elettorale per paura di quella stessa legge? È quanto successo alla campagna Oui je vote (sì, io voto), che ha l'intento di spingere ...continua...

Newsletter Wineuropa

Tecnologia & Comunicazione - (22/02/2019)

5G, una nuova dimensione

La quinta generazione della connettività sta entrando poco alla volta nella quotidianità e le promesse che si porta appresso sono di altissimo livello. Il 5G non sarà infatti soltanto un'evoluzione del 3G e del 4G che ognuno ha imparato a conoscere in questi anni, ma rappresenta un vero e proprio ...continua...

Newsletter Wineuropa

Tecnologia & Comunicazione - (14/02/2019)

WhatsApp, arriva la nuova scorciatoia Mostra in chat: cos'e' e come funziona

A partire dalla versione di WhatsApp 2.19.18 per Android, disponibile in versione Beta su Google Play Store, sono state introdotte alcune novità fra cui la scorciatoia "Show in chat", localizzata in italiano come "Mostra in chat", e serve a rintracciare un particolare contenuto multimediale all'interno della conversazione. La funzione, già ...continua...

Newsletter Wineuropa

Tecnologia & Comunicazione - (07/02/2019)

Facebook Messenger: in arrivo una novita' utile per i messaggi inviati. Ecco di cosa si tratta

Arriva finalmente su Messenger la possibilità di eliminare un determinato messaggio inviato per errore o anche non più voluto. Gli utenti la reclamavano da tempo e Mark Zuckerberg, il quale risultava l'unico a poterla usare da aprile 2018, con i suoi sviluppatori ha finalmente deciso di implementarla per tutti. Una ...continua...

Newsletter Wineuropa

Tecnologia & Comunicazione - (01/01/1970)

Chang'e-4: la foto del primo germoglio di cotone sulla Luna

La missione cinese Chang'e-4 e' rivoluzionaria per diversi motivi: infatti benche' la faccia nascosta della Luna non sia piu' "segreto" da quando i satelliti hanno iniziato a fotografarne l'aspetto, l'agenzia asiatica ha portato il tutto a un nuovo livello. La missione prevedeva infatti una piccola biosfera sigillata contenente diverse tipologie ...continua...