Gestisci le tue E-mail

Non sei ancora in regola con la PEC? Acquistala QUI

Primo Piano

Web agency Sansepolcro.
Realizzazione siti internet a Sansepolcro in provincia di Arezzo "continua"

PEC.
Wineuropa offre il servizio di posta elettronica certificata per aziende e liberi professionisti .. "continua"

Vernici Pesaro.
Vendita al dettaglio e all'ingrosso di vernici e pitture decorative, antimuffa, cartongesso e pavimenti in pvc. .. "continua"

Agenzia web Arezzo.
Realizzazione siti internet ad Arezzo. Agenzia web a Sansepolcro di Arezzo…"continua"

news

CRESCONO LE RICHIESTE DEI GOVERNI A FACEBOOK

Il nuovo rapporto di Facebook sulla trasparenza mette in luce un forte incremento nel numero di richieste inoltrate dalle autorita' di tutto il mondo.

Sono 128.617 le richieste inoltrate dai governi di tutto il mondo e ricevute da Facebook nei primi sei mesi del 2019 per l'ottenimento di informazioni riguardanti i suoi iscritti. +16% rispetto a quanto registrato nella seconda metà del 2018, mai così tante da quando nel 2013 è stata diffusa la prima edizione del report. È quanto emerge dal nuovo rapporto sulla trasparenza pubblicato dal social network.

Le autorità governative a volte richiedono dati riguardanti le persone che utilizzano Facebook nel contesto delle indagini. Nella grande maggioranza dei casi si tratta di casi criminali come furti o rapimenti.

Nel 73,6% dei casi la piattaforma ha risposto fornendo almeno una parte dei dati. Focalizzando in particolare l'attenzione sull'Italia, le domande sono state 2.547, relative a un totale di 4.754 account (una singola richiesta può far riferimento a più iscritti). Di queste, 91 vengono etichettate come "d'emergenza" e 2.456 relative a "procedimenti legali". La risposta di FB è stata affermativa nel 61% dei casi.

Spesso le richieste sono relative a informazioni di base come nome, data di registrazione e periodo di utilizzo del servizio. In altri casi riguardano i log degli indirizzi IP o i contenuti dell'account.

È bene precisare come i numeri facciano riferimento a tutti i servizi e le applicazioni del gruppo, dunque includendo anche le richieste relative a Instagram, WhatsApp, Messenger e Oculus. Per circa due terzi Facebook afferma di aver ricevuto un cosiddetto gag order da parte delle autorità ossia l'obbligo di non rendere noto il procedimento ai diretti interessati, così da evitare che le informazioni possano essere alterate o eliminate.

Tratto da www.punto-informatico.it

di Cristiano Ghidotti

Altre notizie

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (28/11/2019)

Le tue email non necessarie sono una piaga per l'ambiente

Ogni giorno nel Regno Unito vengono inviate circa 64 milioni di mail non necessarie. Secondo uno studio commissionato da Ovo Energy, una delle maggiori società indipendenti di energia oltremanica, se ogni cittadino britannico inviasse un'email mono-parola (facciamo l'esempio più classico: Grazie) in meno al giorno, verrebbero risparmiate 16.433 tonnellate di ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (21/11/2019)

Twitter testa i tweet che si possono programmare

Twitter testa i tweet che si possono programmareVia alla sperimentazione con un ristretto numero di utenti. Chi sarà selezionato, potrà scrivere in anticipo un post e scegliere l'ora e la data in cui renderlo pubblico Twitter implementa la possibilità di programmare i tweet (fonte: Jane Manchun Wong)Twitter ha finalmente implementato la ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (07/11/2019)

Windows 10 20H1 build 19018: novita' per la ricerca

Nuova release per gli Insider del Fast Ring coinvolti da Microsoft nel test dei prossimi aggiornamenti di Windows 10. Oggi al via la distribuzione della build 19018 per l'update 20H1 che arriverà alla sua incarnazione definitiva solo nella primavera 2020. Senza considerare l'immancabile elenco di bugfix, le novità introdotte riguardano ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (01/01/1970)

Il nuovo algoritmo di Google capisce meglio quello che chiedi

Google presenta l'ultima modifica del suo algoritmo di ricerca. Bert, questo il nome, sarà in grado di intuire cosa sta realmente cercando l'utente. Bidirectional Encoder Representations from Transformers (Bert) è una tecnologia che consente a chiunque di addestrare il proprio sistema di risposte alle domande sfruttando un sistema per l'elaborazione ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (01/01/1970)

FB ha l'obbligo di rimuovere i contenuti illeciti

Un giudice di uno stato membro può ordinare a Facebook, così come ad altre piattaforme online e alle realtà che erogano servizi di hosting, la cancellazione di un contenuto ritenuto illegale o illecito. È quanto stabilisce una sentenza emessa oggi dalla Corte di Giustizia dell'Unione Europea nell'ambito del caso C-18/18. Facebook ...continua...