Gestisci le tue E-mail

Non sei ancora in regola con la PEC? Acquistala QUI

Primo Piano

Vernici Pesaro.
Vendita al dettaglio e all'ingrosso di vernici e pitture decorative, antimuffa, cartongesso e pavimenti in pvc. .. "continua"

Web agency Sansepolcro.
Realizzazione siti internet a Sansepolcro in provincia di Arezzo "continua"

PEC.
Wineuropa offre il servizio di posta elettronica certificata per aziende e liberi professionisti .. "continua"

Agenzia web Arezzo.
Realizzazione siti internet ad Arezzo. Agenzia web a Sansepolcro di Arezzo…"continua"

news

Windows Hello e' FIDO2: e' l'addio alle password?

L'ottenimento della certificazione FIDO2 da parte di Microsoft per Windows Hello rappresenta un ulteriore passo verso un futuro senza password.

La password non è sicura, la password è obsoleta, ma continuiamo a utilizzarla per proteggere la nostra identità e le nostre informazioni. Per scrollarcela definitivamente di dosso dovremo attendere ancora, ma qualcosa si sta muovendo nella giusta direzione. L'ennesima conferma arriva Microsoft e dall'ottenimento della certificazione FIDO2 per la tecnologia Windows Hello.

Windows Hello e la certificazione FIDO2
L'autenticazione mediante analisi di parametri biometrici come le impronte digitali o i tratti del viso (in alternativa al PIN) è integrata nel sistema operativo Windows 10 già installato su oltre 800 milioni di dispositivi nel mondo, a patto di disporre delle componenti hardware necessarie per effettuare il riconoscimento. L'arrivo del May 2019 Update (1903) previsto entro la fine del mese porterà con sé la certificazione: aspettiamoci dunque di veder arrivare sul mercato PC con il logo FIDO e la possibilità di effettuare il login a piattaforme e servizi online sfruttando il metodo introdotto da Hello che fungerà da autenticatore al pari di quanto avviene ad esempio con le Security Key.

 

Yogesh Mehta, Group Manager del gruppo di Redmond al lavoro con il team Crypto, Identity & Authentication di Azure, afferma che "A nessuno piacciono le password, tranne che agli hacker". Come dargli torto? Basta richiamare alla mente i tanti leak che sempre più di frequente espongono i nostri profili e di conseguenza i nostri dati.

A nessuno piacciono le password, tranne che agli hacker.

Windows Hello potrà fin da subito essere sfruttato, ad esempio, per il login all'account Microsoft attraverso il browser Firefox e presto anche con la versione rinnovata di Edge basata su Chromium.

L'azienda è uno dei membri della FIDO Alliance al fianco di realtà come Amazon, Alibaba, Google, Facebook, ARM, American Express, Intel, Lenovo, MasterCard, PayPal, Qualcomm, Visa, Samsung e Yahoo. Considerando i nomi coinvolti nell'iniziativa nonché la volontà di far leva su uno standard comune e su un protocollo condiviso, l'idea di un futuro senza password può essere oggi considerata una prospettiva concreta e non più un'irraggiungibile utopia.
tratto da www.punto-informatico.it
di Cristiano Ghidotti

 

Altre notizie

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (02/05/2019)

Google, i dati conservati possono avere scadenza

Per dimostrare il proprio impegno in termini di tutela dei dati personali, Google ha voluto aggiungere una nuova modalità di gestione dei dati stessi per metterla a disposizione degli utenti più attenti alla privacy. Il post pubblicato da Google, e firmato dai Product Manager David Monsees e Marlo McGriff, non ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (10/04/2019)

YouTube interattivo, sulla scia di Bandersnatch

Non solo video, non solo film, non solo influencer: la prossima evoluzione di YouTube sarà nella direzione dei contenuti interattivi, basati sui medesimi principi che hanno decretato il successo di "Black Mirror: Bandersnatch". La notizia emerge da Bloomberg, ove sono stati svelati i piani organizzativi da cui Google intende partire ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (04/04/2019)

Facebook, online i dati di 540 milioni di utenti

I ricercatori UpGuard hanno messo e mani su un database contenente i dati di mezzo miliardo di persone. Trattasi di dati raccolti su Facebook dalla media company Cultura Colectiva, abbandonati su un server Amazon e disponibili da chiunque per il libero accesso. Si tratta dell'ennesimo allarme sicurezza correlato alle attività ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (21/03/2019)

Google+ avvisa: salvate ora i vostri contenuti

In vista della prossima annunciata chiusura del social network Google+, l'azienda di Mountain View si premunisce nei confronti degli utenti inviando una mail di avviso nella quale si dettano le istruzioni per questa fase di uscita. Come noto, infatti, tutti gli utenti hanno la possibilità di mettere da parte i ...continua...

Newsletter Wineuropa

Internet & Dintorni - (22/02/2019)

YouTube, fuga degli inserzionisti per la pedofilia

YouTube ha un problema che dev'essere risolto al più presto. È legato a doppio filo ad alcuni membri della sua community, proprio come quello relativo all'abuso del pulsante Dislike di cui abbiamo parlato di recente e per il quale la piattaforma si è già mossa. Questa volta la questione è ...continua...