I MIGLIORI STORE ON LINE

Gestisci le tue E-mail

Non sei ancora in regola con la PEC? Acquistala QUI

Primo Piano

Macelleria Quarantini.
Macelleria Quarantini a Fratte Rosa, carni bovine DOC razza marchigiana e altro …"continua"

Impresa Edile Assisi.
Up costruzioni, impresa edile e ristrutturazioni Assisi …"continua"

Ombrelloni in legno.
Produzione di ombrelloni in legno per giardini…"continua"

Centro Estetico Narciso.
Trattamenti viso e corpo, make up, manicure, pedicure a Sinalunga Siena …"continua"

Agenzia web Arezzo.
Realizzazione siti internet ad Arezzo. Agenzia web a Sansepolcro di Arezzo…"continua"

news

Notizie Dal Mondo - Politica (19/05/2017)

Trump sulla scelta del Procuratore Una ferita inferta all'America

Il presidente Usa: Siamo alla caccia alle streghe. Non mi dimetto

NEW YORK

«NOMINARE lo special counsel Mueller è una mossa corretta - dice a denti stretti il presidente Trump - ma si tratta di una caccia alle streghe. Una ferita per l'America. Noi dobbiamo concentrarci sui problemi del Paese. Con la Russia non ci sono collusioni e questo emergerà». Quando gli chiedono se ha mai chiesto al direttore dell'Fbi Comey di interrompere le indagini su Flynn il presidente risponde secco e teso « no, no, no e la richiesta di impeachment è solo ridicola. Ho licenziato Comey perché aveva fatto un pessimo lavoro. Io sto lavorando sui veri problemi dell'America e a guidare il Paese, sono queste le scelte che contano».
LA SUA è una difesa a tutto campo con una Casa Bianca che è lanciata da giorni in un costante «contenimento dei danni». Il viaggio in Medio Oriente e in Europa segnerà però il primo decisivo test internazionale che non si apre con pronostici positivi. Apparendo davanti ai giornalisti col presidente colombiano Santos, Donald Trump ha di fatto annunciato che il prossimo direttore dell'Fbi potrebbe essere l'ex senatore democratico del Connecticut, oggi indipendente, Joe Lieberman 75 anni, scelto da Al Gore nel 2000 come vice-presidente.
Gli avvocati di Mike Flynn intanto hanno annunciato che l'ex generale sotto inchiesta criminale dell'Fbi si rifiuta di consegnare i documenti che gli sono stati richiesti dalla commissione intelligence del Senato. Il suo staff fa filtrare però la notizia che Trump gli avrebbe mandato un messaggio di appoggio i giorni scorsi dicendo « tieni duro». Il presidente viene descritto al di là delle apparenze come furente e di pessimo umore da giorni perché comincia ad acquistare consapevolezza sui limiti costituzionali del suo potere e dei suoi obblighi. Dopo aver commentato inizialmente la scelta di Mueller con un pragmatico «non c'è nulla da scoprire, mi auguro che tutto si concluda presto» ieri mattina ci ha ripensato ed ha bollato il nuovo «procuratore speciale» con un tagliente: «Sono il bersaglio della più grande caccia alle streghe della storia. Nonostante tutte le attività criminali commesse dai Clinton e da Obama, nessuno ha mai ritenuto necessario uno procuratore speciale. La nomina di uno special counsel danneggerà terribilmente il nostro Paese perché dimostra che siamo disuniti e divisi».
ANCHE l'agenda del primo viaggio internazionale che inizia questa sera e che lo vedrà toccare 5 paesi in 8 giorni, a partire dall'Arabia Saudita, ne sta risentendo. In Israele dopo che Trump ha rivelato ai russi le notizie dell'intelligence l'entusiasmo si è afflosciato anche perché sembra scomparsa l'urgenza americana di spostare l'ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme. Da Mosca arriva la secca contrarietà del Cremlino ad una «Nato araba» un'alleanza militare coordinata da Riad e antagonista dell'Iran. A Bruxelles i capi di Stato della Nato hanno ricevuto l'ordine di limitare in meno di 4 minuti i loro interventi per rimanere nel quoziente d'attenzione del presidente Usa. Dopo la nomina del super procuratore Mueller Wall Street è tornata in positivo dopo il tonfo di mercoledì ma cominciano a scricchiolare e a corrodersi per la prima volta i sondaggi anche fra i suoi sostenitori più entusiasti.
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Altre notizie
Nessuna notizia trovata!