I MIGLIORI STORE ON LINE

Gestisci le tue E-mail

Non sei ancora in regola con la PEC? Acquistala QUI

Primo Piano

Impresa Edile Assisi.
Up costruzioni, impresa edile e ristrutturazioni Assisi …"continua"

Web agency Sansepolcro.
Realizzazione siti internet a Sansepolcro in provincia di Arezzo "continua"

Agenzia web Arezzo.
Realizzazione siti internet ad Arezzo. Agenzia web a Sansepolcro di Arezzo…"continua"

PEC.
Wineuropa offre il servizio di posta elettronica certificata per aziende e liberi professionisti .. "continua"

Ombrelloni in legno.
Produzione di ombrelloni in legno per giardini…"continua"

Centro Estetico Narciso.
Trattamenti viso e corpo, make up, manicure, pedicure a Sinalunga Siena …"continua"

Macelleria Quarantini.
Macelleria Quarantini a Fratte Rosa, carni bovine DOC razza marchigiana e altro …"continua"

news

Notizie Nazionali - Cronaca (12/10/2017)

Il caso: Collaboratori sottopagati e senza contratto

Soldi ai portaborse, solita furbata. I deputati bloccano la riforma

ROMA

NON È BASTATO lo scandalo in tv (alle Iene), né è servita una manifestazione in piazza Montecitorio la settimana scorsa: il caso degli stipendi degli assistenti parlamentari (i ‘portaborse'), sottopagati o non regolarmente contrattualizzati, rischia di non risolversi entro la fine di questa legislatura. E i partiti non sembrano convinti della riforma strutturale che porterebbe in capo all'amministrazione della Camera l'erogazione degli stipendi togliendola al controllo dei singoli parlamentari. SEMBRA dunque destinata a saltare la proposta ‘istituzionale', caldeggiata dalla presidente Laura Boldrini (nella foto), dopo la riunione dell'Ufficio di presidenza che ha ascoltato una relazione dei Questori sul tema. Di fatto i componenti dell'Ufficio di presidenza avrebbero avanzato la proposta che siano i gruppi parlamentari, direttamente, a erogare lo stipendio e controllare sulla correttezza del rapporto tra deputato e collaboratore sostenendo che l'altra soluzione sarebbe troppo onerosa per la Camera e potrebbe aprire la strada a tutta una serie di controversie e contenziosi. LA PRESIDENTE Boldrini aveva al contrario ribadito l'esigenza di allineare l'Italia alle regole già in vigore in altre assemblee legislative in Europa in materia di trattamento economico degli assistenti parlamentari a cominciare dal Parlamento europeo. «Al termine - ha detto la presidente della Camera - è stato deciso che i questori avanzeranno proposte dettagliate di nuova regolamentazione: sia per l'accesso alla Camera dei collaboratori dei gruppi, sia per la documentazione da presentare a rimborso delle spese sostenute per i collaboratori». red. pol.
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

 

Altre notizie
Nessuna notizia trovata!